NATALE 2017 : una meraviglia!

La festività più festosa e fastosa del mondo quest’anno è anche un fantastico viaggio avventuroso alla scoperta di tante meravigliose storie che raccontano e “fanno” la magia dello spirito del Natale.

Al cinema arrivano i simpatici protagonisti delle avventure “animate” nel PRESEPE, la cui prima rappresentazione venne ideata e organizzata da Francesco d’Assisi a Greccio nel 1223 e da allora la sua raffigurazione è una tradizione che coinvolge grandi e piccini in famiglia e anche in molti allestimenti spettacolari.

Il 7 dicembre inaugura la RASSEGNA INTERNAZIONALE DEL PRESEPIO NELL’ARTE E NELLA TRADIZIONE ideata dal project-leader per l’UNESCO Alfredo Troisi e allestita nelle suggestive “gallerie” dell’Arena di Verona all’insegna della splendida gigantesca stella cometa. Nel 2017 alla 34ª edizione, la mostra è in esposizione fino al 12 gennaio 2018 e aperta tutti i giorni, anche – soprattutto! – festivi, con orario continuato 9-20, cioè dalle 9 di mattina alle 8 di sera.

In una vallata e nei borghi antichi arroccati sulle sue colline, un’area del Monferrato i cui paesaggi vitivinicoli insieme a quelli di Langhe e Roero sono un sito seriale UNESCO, l’Associazione Mirò promuove e coordina le esposizioni della rassegna PRESEPI IN VALCERRINA: seguendo le indicazioni fornite in mappa, elenco e calendario continuamente aggiornati e le informazioni e gli avvisi nella pagina Facebook, si possono ammirare le natività allestite in esterni, locali pubblici e dimore private, inoltre assistere a rappresentazioni ed eventi dal primo giorno dell’Avvento a Epifania, cioè da venerdì 8 dicembre a domenica 7 gennaio.

Fino a gennaio al parco della stupenda Reggia di Venaria Reale nei pressi di Torino ci sono Babbo Natale e tutti i suoi fantastici aiutanti, tra cui anche alcuni nostri compagni d’avventuraInfatti IL SOGNO DEL NATALE è stato realizzato grazie all’impegno di molti supporter, tra cui NovaCOOP che nel giugno scorso ci ha aiutati a rendere possibile lo stupendo MANDALA DI CORIANDOLI, e alla collaborazione di tanti partner, tra cui MAcA che fino al il 22 dicembre nel villaggio natalizio propone attività didattiche con un favoloso Plastlab.

Nella casa degli elfi, dove si possono fare addobbi, doni e tante “cose” natalizie e si può anche ristorarsi con una merenda o riposarsi guardando le stelle…, grandi e piccini sono accolti da una squadra di bizzarri animatori e simpatiche animatrici, anche del meraviglioso team che è l’anima del festival nel cui programma abbiamo svolto un laboratorio creativo con i portentosi SEMI NUTRIENTI PER UN FUTURO SOSTENIBILE di AMìOsponsor dell’Anno Internazionale 2016 promosso dalla FAO.

Tra i partner sostenitori del villaggio c’è anche il Comitato Italiano per l’UNICEF, i cui volontari in questo periodo portano la PIGOTTA in tutto il paese: sabato e domenica 8-9 dicembre ai banchetti allestiti in tantissime piazze e strade di molte città e durante le festività in ogni iniziativa e luogo che ne offrirà l’occasione… Come con gli amici “grigi” di Alessandria e come l’anno scorso e quello prima, e anche il precedente, insomma, come di consueto!, un appuntamento “fisso” dalla nostra fatina ANNA MARIA BOLLO!

L'immagine può contenere: sMS

 

Annunci

MANDALA DI CORIANDOLI

OPERA D’ARTE ESTEMPORANEA COLLETTIVA

creata da Livio Bourbon insieme al pubblico, protagonista della performance

sabato e domenica  3 – 4 GIUGNO 2017  ●  CASALE MONFERRATO

MA … CHE C’AZZECCA UN MANDALA CON IL MONFERRATO

La domanda sorge spontanea, è logico ! ! ! E la risposta non è scontata, anzi…

E COME MAI DI CORIANDOLI ?

Perché sono il simbolo del Carnevale, una tradizione italiana molto viva in Monferrato! E noi ci ricordiamo di quando lo abbiamo festeggiato nel 2010, proprio a Casale Monferrato!

I coriandoli son fatti di carta, una produzione realizzata con con materiali di recupero da un’azienda del Monferrato, dove la carta è prodotta con materia prime ricavate con con tecniche sostenibili, gli alberi di piantagioni e boschi coltivati con cura nella catena di custodia dei patrimoni ambientali del territorio. Dopo la “dissoluzione” dell’opera, cioè quando il gigantesco mandala sarà finito e verrà disfatto, i coriandoli con cui lo avremo dipinto saranno raccolti per il riciclo. E proprio per riporli in modo che possano venire smaltiti correttamente ci aiuterà il Presidio Soci NovaCOOP, che fornirà le scatole di cartone con cui potranno venire recuperati senza spreco. Perciò l’evento è incluso nelle attività di giugno del programma della campagna europea LET’S CLEAN UP EUROPE 2017 #cleanupeurope

Per tracciare la sagoma del mandala  si useranno ( 1600 )  gessetti bianchi e colorati, prodotti con il gesso, che si estrae da giacimenti come anche proprio nelle cave del Monferrato, per l’occasione in arrivo appositamente da Campodarsego, in provincia di Padova, dove ha sede MOROCOLOR, la ditta che li produce e commercializza con un “marchio” molto bello:

In svolgimento nel contesto di BYO – appuntamento con il benessere e manifestazione che propone un programma di eventi suggestivi, come un concerto di campane tibetane e lo spettacolo letterario-teatrale kamishibai, la performance artistica coinvolge in un’esperienza di scambi culturali gli abitanti della città e del territorio: bambini, ragazzi e giovani insieme agli adulti e agli anziani, eredi di antiche tradizioni… Tante persone, ognuna diversa, perché ciascuna ha diversi interessi, conoscenze e competenze, oppure professa differenti religioni , idee e convinzioni … inoltre insieme ai visitatori e turisti. Proprio la sua ideazione è stata concepita durante un viaggio!  Perciò la manifestazione e l’evento nella sua cornice sono promossi nel calendario #IY2017 ANNO INTERNAZIONALE DEL TURISMO SOSTENIBILE #TravelEnjoyRespect.

I mandala sono infatti opere d’arte religiosa delle tradizioni di paesi dall’altra parte del mondo, anzi precisamente di luoghi fuori dal mondo, monasteri induisti e buddisti arroccati sulle vette himalayane… in particolare a Dharamsala, nell’India del Nord ai confini con il Kashmir dove Lvio Bourbon li ha osservati e fotografati la prima volta nel 1995: «Ho pensato che nella mia terra d’origine invece che con granelli di sabbia si potessero realizzare con chicchi di riso, la produzione tipica del territorio in cui abito. Per evitare sprechi, ho trovato idoneo impiegare la rottura, uno scarto di lavorazione che dopo l’esecuzione dell’opera artistica può venire ancora usato proficuamente, per l’alimentazione animale. Per il mandala proposto da BYO a Casale Monferrato, dove sono nato, ne ho immaginato la creazione in modo ancor più fantasioso…».

Tutti possono essere artisti creatori dell’OPERA D’ARTE COLLETTIVA ESTEMPORANEA : l’esecuzione è facile e non richiede nessuna competenza o estrosità…

• Si può assistere e ci si può aggregare alla sua CREAZIONE e alla sua DISSOLUZIONE in qualsiasi momento: sabato 3 giugno dalle 15 alle 19 per disegnare la sagoma e domenica 4 giugno dalle 10 alle 16 per colorare la forma e dalle 18 alle 19 per giocare a mescolare e lanciare, e po a raccogliere i coriandoli…

La creazione dell’opera e la sua dissoluzione saranno consacrate con CERIMONIE officiate domenica 4 giugno alle 10, alle 16 e alle 18 dal reverendo Shōryō Tarabini, monaco buddista patriarca del tempioNichiren Shū Renkōji a Cereseto Monferrato.

La partecipazione è libera ( senza biglietto d’ingresso, costo d’iscrizione o prenotazione ) e aperta a TUTTI – BAMBINI, RAGAZZI e ADULTI, individualmente e a gruppi.

Agli interessati sarà consegnato l’ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE per la certificazione dell’esperienza nel curriculum vitae e l’assegnazione dei crediti scolastici.

Ognuno riceverà il KIT contenente bibita, snack e gadget offerti da partner e sponsor.

Durante la posa dei coriandoli, i partecipanti potranno contribuire anche alla raccolta di testimonianze che, come tasselli, comporranno un mosaico di CULTURA, STORIA e REALTÀ del Monferrato: racconti, ricordi, curiosità… I REPORTAGE, FOTOREPORTAGE e VIDEOREPORTAGE realizzati nell’occasione potranno venire condivisi con i social-media e raccolti tra i materiali documentali del progetto, nel cui sviluppo sono proposti l’allestimento di una mostra, la pubblicazione in un catalogo multimediale e la produzione di dispense didattiche per le scuole della città e del territorio.

MEDIA-PARTNER

APPUNTAMENTO A… PRESTO !