la nostra OLIMPIADE 2016

Paralimpiadi_Rio_2016

Da oggi, 8 settembre, per una decina di giorni a Rio de Janeiro si disputa la sfida sportiva per cui PINOCCHIO & I SUOI COMPAGNI D’AVVENTURA ‘tifano’  con grande coinvolgimento, ed entusiasmo. Ogni uomo, donna e, soprattutto, giovane che vi partecipa è infatti una persona che, come tutti gli atleti di ogni paese del mondo in ogni tempo, ha dovuto superare molte prove nella disciplina e ‘carriera’ sportiva in cui si confronta con gli altri concorrenti a rappresentanza della propria nazione, ma anche tante difficoltà che invece sono ‘speciali’ perché drammi e problematiche che è stato costretto ad affrontare di persona in circostanze particolari… una sfida per tutti !

logo-paralimpic-gamesLe OLIMPIADI PARALIMPICHE sono tanto importanti anche perché grazie allo sport, e alle gare che ne sono il ‘propulsore’, è incentivata la ricerca scientifica medica e tecnologica applicata alle tante e specifiche problematiche motorie e neurologiche dei disabili, un impegno che aiuta a curare e soccorrere tutti, anche chi necessita di trattamenti temporanei, senza essere affetto o colpito da disabilità permanenti. Inoltre, perché nel puntare l’attenzione alle difficoltà viene posta anche la questione delle cause che hanno provocato le disabilità, quindi delle responsabilità di chi non ha fatto tutto il possibile per evitare che accadessero o si aggravassero. ban-ki-moon-sport_Ogni atleta paralimpico infatti è una persona a cui una malformazione, una malattia, un incidente, l’indigenza o una guerra hanno tolto il bene più prezioso di ogni essere vivente, la salute, e la possibilità di vivere in autosufficienza, senza necessità dell’assistenza medica e sociale per provvedere al proprio mantenimento e senza il bisogno di attenzioni, cure e aiuti di familiari, amici, colleghi, conoscenti e ogni persona attorno a lui o lei.  Una condizione che non toglie nulla alla dignità della persona, e non deve condizionare negativamente nessuno.

La PARALIMPIADE 2016 è molto importante proprio perché la prima a svolgersi dopo un evento determinante, l’estensione e sottoscrizione, con la firma dei rappresentanti della società civile internazionale, della CARTA ALL’INCLUSIONE DEI DISABILI NEGLI INTERVENTI UMANITARI – Charter on Inclusion of Persons with Disabilities in Humanitarian Action.

whs 2016 - cr #3

Annunci

a.s. 2015-16 : il GRAN FINALE

COPERTINA LIBRO 2015-16Alla SCUOLA DELL’INFANZIA VENESIO di Casale Monferrato il programma dell’anno scolastico 2015-16 ha coinvolto le insegnanti insieme agli alunni, e alle loro famiglie, in un fantastico percorso nel ‘mondo’ dei DIRITTI DEI BAMBINI. Con molta cura e attenzione ad ogni minimo dettaglio, e così rendendo l’avventura un gioco appassionante e divertente, mai noioso o ‘retorico’, le maestre hanno pianificato tante attività molto istruttive con cui, in modalità ludiche e creative, i bambini hanno acquisito e consapevolezza dei propri DIRITTI sanciti dalla CONVENZIONE INTERNAZIONALE. PIGOTTE 2016 @ materna VENESIO Oltreponte - Casale Monferrato - ALNel corso dell’anno, maestre ed alunni hanno trascorso ogni giornata intensamente occupati in laboratori di disegno, con cui hanno raffigurato ogni articolo del testo della Convenzione e tante storie che ne raccontano e spiegano i contenuti. Hanno anche svolto iniziative a tema, tra cui un ‘atelier’ PIGOTTA® UNICEF. sponsor GIORNALINO 2015-16Tutte le attività sono state documentate dalle insegnanti nel ‘giornalino’ illustrato con fotografie e stampato grazie alla generosità di molti sponsor. Inoltre, la sintesi di tanto lavoro è stata rappresentata nella recita scolastica dell’11 giugno. Ogni scena è stata introdotta e accompagnata dal mago Mauro, che spiegava il DIRITTO a cui si ispirava la canzone interpretata dai bambini: diritto al nome (riconoscimento dell’identità personale), alla nazionalità (tutela di cittadinanza), alla salute, all’istruzione, al gioco e alla serenità. Al termine dello spettacolo, come il programma didattico intitolato Crescere è una bella avventura. Viaggio nel mondo dei diritti dei bambini, i bambini dell’ultimo anno del ciclo della scuola dell’infanzia hanno ricevuto il diploma e i rappresentanti di genitori e insegnanti e i referenti locali per il Comitato UNICEF della provincia di Alessandria hanno fatto brevissimi discorsi di ringraziamento e saluto. Ecco una rassegna con video e fotografie in cui ammirare alcuni momenti dell’emozionante mattinata alla favolosa Scuola dell’Infanzia Venesio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

GRAZIE specialmente a:

il Circo OPS cutmago MAURO di CircOPS!, fantastico AnimaFeste in piazze, cascine e castelli … ‘saltimbanco’ che, balzando dalla cattedra sui banchi, rallegra le lezioni nelle aule scolastiche; le premurose ASSISTENTI della scuola; le favolose MARINA Quaglio, ORNELLA Pozzobonelli e SIMONA Pomati – ‘registe’ di spettacolo e programma didattico.

logo Progetto COLIBRIQuest’anno scolastico a Casale Monferrato è stato memorabile anche per l’iniziativa che, insieme al Progetto Colibrì, ha impegnato molti bambini e ragazzi della cittadina a interpretare e ‘recitare’ l’appello di papa Francesco I per la cura della ‘casa comune’, la Terra.

progetto COLIBRì - recital 8 giu 2016Lo spettacolo rappresentato dall’ensamble di cori, orchestra, gruppo musicale, cantanti e tanti co-protagonisti nel back-stage ha realizzato l’obiettivo di vendere tutti i biglietti, e così non solo riempire il teatro in tutti i suoi circa 300 posti… anche raccogliere una cospicua somma destinata alle scuole ‘gemellate’ in Kenya.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo anno scolastico 2015-16 a Casale Monferrato è stato proprio fantastico! I bambini e ragazzi della cittadina e il suo territorio hanno fatto esperienze davvero straordinarie, in particolare insieme agli ‘esploratori’ UN PO IN VIAGGIO, anche di partecipazione e collaborazione a manifestazioni nazionali e internazionali – Bimbimbici e il Campionato Europeo di Scherma Paralimpica – in cui oltre a imparare tanto si sono anche divertiti moltissimo! Adesso è arrivato il tempo delle vacanze, per molti di riposo e per alcuni prima di esami o di lavoro… mentre gli insegnanti pianificano i programmi per il prossimo ciclo, l’anno scolastico e accademico 2016-17!

DM 7CC ICH ECO GGprogetto ∼ programma didattico 2016-17

GG school

EVVIVA ! l’avventura continua… alle OLIMPIADI

palco merc 18 maggioIn questa foto di AUGUSTO BIZZI, fotografo ufficiale della FIS – Federazione Italiana Scherma – si capisce ‘tutto’: ci sono TUTTI gli atleti, maestri, istruttori, tecnici e dirigenti del dream team italiano della scherma paralimpica. Ieri sono tutti saliti sul palco di HEROPEAN FENCERS 2016 dove ci sono le pedane in cui, dopo i gironi di qualificazione, si disputano le gare finali e il podio per la premiazione dei vincitori delle competizioni per ogni categoria e dei campioni che, con il primato, si aggiudicano anche il ‘biglietto per Rio’, la partecipazione alle PARALIMPIADI 2016. Insieme a loro c’è anche Maria, che li ospita a LOCANDA DELL’ARTE di Solonghello mentre sono in Monferrato per partecipare al campionato europeo. Sono molti i supereroi che hanno avverato questo sogno…

?????????????

I ragazzi dello staff tecnico, giovani e studenti di Casale Monferrato, sono tutti volontari che hanno dato la propria disponibilità per assistere gli atleti, e perciò hanno anche imparato a fare una cosa che richiede molta attenzione: carrozzella 1sistemare le carrozzelle sulle pedane in cui si disputano gli assalti, cioè gli incontri di scherma – spada, fioretto e sciabola. Gli arbitri, che insieme a maestri d’arme e armieri sono protagonisti delle gare in cui si impegnano i contendenti, mentre il medico, lettighieri delle ambulanze e volontari della Protezione Civile vigilano sulla incolumità di tutti – partecipanti e spettatori. penne e spadaTra loro, in particolare, i ‘nonni’ che sono alpini e, nell’occasione, portano il famoso cappello con la piuma nera con molto orgoglio e anche un po’ di simpatica ironia: a dimostrazione che … ‘ne colpisce più la penna che la spada’ ! ! ! caneInsieme agli eroi della scherma paralimpica, c’è un loro piccolo grande compagno d’avventura: il fedelissimo amico a 4 zampe al seguito del team tedesco.

HEROPEAN FENCERS 2016, a Casale Monferrato fino a domenica 22 maggiopost STAND UNICEF @ HEROPEAN

la fiamma delle OLIMPIADI 2016

accensione_torcia_olimpicaDopo l’accensione al tripode nelle rovine del tempio di Era a Olimpia in Grecia, dove nell’antichità si svolgevano le olimpiadi, il 21 aprile la fiamma olimpica ha fatto un piccolo ‘giro del mondo’, con tappa alla sede ONU di Ginevra, e il 3 maggio ha iniziato a fare il giro del Brasile: dalla partenza a Brasilia all’arrivo a Rio de Janeiro, dove  il 5 agosto verrà portata allo stadio Maracana per la cerimonia inaugurale dell’edizione 2016 delle competizioni sportive, in 95 giorni la fiaccola raggiungerà 83 città percorrendo circa 20.000 chilometri impugnata da 12 mila ‘tedofori’, ciascuno per 200 metri. fiamma OLIMPIADI 2016Nel primo tratto, è stata portata dalla 12enne Hanan Dacka, che dopo la fuga dalla propria città, Idlib nella Sira nord occidentale, e due anni di permanenza nel campo profughi di Zaatari in Giordania, insieme ai genitori e ai fratelli da circa un anno abita nella brasiliana São Paulo. “La cosa più bella e importante che fa lo sport è che fa divertire e fa fare amicizie”, ha dichiarato Hanan Dacka, che sulla propria esperienza ha osservato: «Spero che vedendomi portare la fiaccola olimpica la gente di tutto il mondo sappia e capisca che i rifugiati sono persone vere, e che noi rifugiati possiamo fare tante cose positive».

olipic truceNell’antichità il ‘fuoco sacro’ emblema di Giove fiammeggiava a Olimpia a simboleggiare la tregua olimpica che tra i Greci veniva indetta a cominciare da una settima prima, durante lo svolgimento delle gare sportive e per tutta la settimana successiva. L’ONU e molte organizzazioni e associazioni umanitarie chiedono che le Olimpiadi 2016 che si disputeranno a Rio de Janeiro siano l’occasione per ristabilire questa usanza. CONFILTTI mondiali in aprile 2016Con incessanti domande, rivolgono un appello a governi, ribelli e ogni fazione, gruppo militare ed esercito per la sospensione delle azione belliche in tutti i paesi e luoghi del mondo in cui sono attualmente in corso conflitti: moltissimi in tutto il mondo, come illustra la mappa, che col colore più intenso segnala i più cruenti, tra cui la guerra in Afghanistan che dal 1978 ha mietuto 2 milioni di vite e la guerra civile in Siria che perdura dal 2011 e ha falcidiato circa 500 mila vite umane. 2016-04-29 Olimipic TruceLa tregua olimpica è stata invocata il 29 aprile scorso a Ginevra quando la fiaccola è stata portata alla sede ONU e sarà un argomento di dialogo tra i rappresentanti delle Nazioni Unite e i partecipanti all’incontro che si terrà il 23 e 24 maggio a Istambul, logo WHS world_humanitarian_summitil World Humanitarian summit, a cui tutti possono rivolgere i propri messaggi tramite i molti canali aperti sui social-media con la ‘parola-chiave’ #ShareHumanity. 

info WHS - core responsabilities - share humanityTREGUA OLIMPICA

ONU / SPORT PER LA PACE

WORLD HUMANITARIAN SUMMIT 

HEROPEAN 2016 : una sfida per tutti

Questo cartone animato racconta una STORIA VERA : la storia di una bimba che aveva un SOGNO, diventare campionessa di scherma …

… è la storia di Beatrice ‘Bebe’ Vio, che è nata a Venezia nel 1997 e pratica la scherma da quando aveva 5 anni. bebe vio in pedanaColpita dalla meningite, a 11 anni ha subito l’amputazione delle gambe e degli avambracci. Con una particolare protesi appositamente progettata per permetterle di impugnare e sostenere il fioretto, dopo un anno di allenamento dal maggio 2010 ha ricominciato a gareggiare, nel 2011 qualificandosi campionessa italiana Under-20, nel 2012 e 2013 campionessa italiana assoluta BEBE VIO Londra 2012e nel 2012 partecipando ai Giochi Paralimpici di Londra come tedofora, una staffetta della catena di atleti che portano la ‘fiamma olimpica‘ che illumina la sede delle gare durante la competizione. Vincitrice dei campionati mondiali di scherma paralimpica nel 2014 come atleta individuale e nel 2015 come atleta individuale e con la squadra, si sta preparando a partecipare ai Giochi Paralimpici estivi 2016Olimpiadi_Rio_2016_Paralimpiadi_Rio_2016le Olimpiadi per atleti disabili che si svolgeranno dal 7 al 18 settembre in Brasile, a Rio de Janeiro, nel programma delle Olimpiadi 2016 – che si terranno dal 5 al 21 agosto. Deve però superare le qualificazioni, che disputerà insieme ad altri 250 atleti di tutte nazioni d’Europa dal 17 al 22 maggio a Casale Monferrato ( Alessandria). scherma-paralimpica-306046.660x368Una gara che, per la seconda edizione organizzata da un comitato italiano, ha un titolo emblematico, HEROPEAN

Rispetto a quelle delle persone ‘normali’, i supereroi hanno abilità straordinarie, chiamate superpoteri… Esistono veramente i SUPEREROI ? Noi siamo convinti di sì

HEROPEAN 2016 – Casale Monferrato, AL – dal 17 al 22 maggio 2016

post STAND UNICEF @ HEROPEAN.jpg