GENNAIO 2016 : una buona notizia ! ! !

L’ 85% degli italiani crede che in Europa le foreste stiano scomparendo (fonte : indagine Lorien Consulting per Two Sides)… invece è vero proprio il contrario ! ! !  vision heartIn dieci anni l’estensione delle foreste europee è cresciuta in dimensioni pari alla superficie dell’intera Svizzera (41.285 Km2 – elaborazione Two Sides su dati FAO 2015) e sono più gli alberi piantati di quelli tagliati. La carta, materiale ricavato dal legname che si ricava dagli alberi di boschi e piantagioni e che, con volumi di 2000 chili al secondo, in Europa è anche il materiale più riciclato (ERPC 2015), è il principale “motore economico” a cui si deve il merito della gestione sostenibile delle foreste: grazie all’impegno di tutta la filiera della produzione e della comunicazione su carta. Inoltre, la produzione cartaria è uno dei fiori all’occhiello dell’industria europea: secondo produttore mondiale di carta con 91 milioni di tonnellate prodotte nel 2014 e con un tasso di riciclo del 70% (ERPC 2015), l’Europa è il più grande “riciclatore” di carta del mondo. Inoltre, l’industria cartaria europea supporta la gestione sostenibile delle foreste tramite la diffusione della certificazione forestale, strumento che consente di dimostrare ai consumatori che le foreste sono gestite in modo sostenibile e che i prodotti importati in Europa provengono da foreste gestite in modo responsabile. Queste buone notizie sono annunciate da PRINT POWER con Two Sides e la campagna IL LATO VERDE DELLA CARTA 2016.

Con la carta si fanno, soprattutto, i testi scolastici e i libri che, con le loro storie vere o fantasiose, raccontano e spiegano tante “cose” importanti, in particolare scoperte scientifiche e “atti”, azioni e documenti, che sono tanto importanti per il progresso dell’umanità, anche proprio attraverso la tutela e salvaguardia del pianeta, la “casa comune” di tutti gli uomini… in cui le piante sono un  “arredo” essenziale, di importanza esistenziale per i suoi abitanti. PINOCCHIO a sQuolaUna storia che PINOCCHIO & i suoi compagni d’avventura nel 2009 ha raccontato insieme a tanti “avventurosi” difensori dell’ambiente – le guardie forestali e gli operatori del Parco Fluviale del Po e dell’Orba ed FSC ( Forest Stewardship Council) – e dei diritti dei bambini e degli adolescenti – UNICEF e Fondazione Nazionale Collodi. insieme ai principali attori protagonisti nel mondo della carta in Italia, Assocarta e COMIECO.

Annunci

in mostra @ Milano

L’incipit del famoso romanzo nato dalla fantasia di Carlo Collodi presenta ai lettori il cardine de Le Avventure di Pinocchio: Pinocchio INFINITO @ Milano nov-dic 2015il legno, corpo e anima della narrazione… in mostra nelle opere di un’esposizione allestita a Milano. L’installazione racconta la storia ambientata nella società italiana di fine Ottocento e che da oltre 130 anni appassiona generazioni di lettori di ogni età: da un “semplice pezzo di catasta” destinato al camino  prende vita Pinocchio. Il legno di cui è fatto, duro e resistente, contrasta con i buoni sentimenti di cui il personaggio dà prova e si rivela strumento di sopravvivenza e di dignità che garantirà al burattino senza fili la metamorfosi finale. Nell’allestimento scenografico realizzato da Mobilitaly – consorzio di 40 aziende della Brianza nei settori della lavorazione artigianale del legno – sono ricostruiti alcuni ambienti del romanzo, con cui la mostra intende far emergere il legame profondo tra la materia viva di cui è fatto il burattino e le fasi della sua crescita interiore maturate attraverso le relazioni con gli attori della società del tempo. Nella cornice della sede espositiva, lo Scalone Monumentale della Sala del Grechetto alla Biblioteca Civica “Sormani”, il percorso si snoda tra disegni, bozzetti, opere di artisti contemporanei e oggetti d’epoca che testimoniano la grande fortuna del burattino.

foto © 2009 Stefania Monsini

foto © 2009 Stefania Monsini

In particolare alcune storiche pubblicazioni e stampe del libro di Collodi. Tra le rarità si segnalano l’introvabile  prima edizione di Le avventure di Pinocchio di Felice Paggi Editore del 1883, messa a disposizione dalla Fondazione Nazionale Collodi,  il Giornale per i bambini del 1881 con la prima puntata de La storia di un burattino e numerose versioni successive illustrate da artisti famosi come Mussino, Accornero, Cavalieri, Chiostri, Faorzi, Franceschini, Jacovitti, Mosca, Tofano, Topor, Mussino provenienti dalle raccolte della Biblioteca e da prestigiose collezioni private. Di notevole interesse i dipinti degli artisti Ettore Antonini e Nicola Pankoff e le tavole originali di Benito Jacovitti, Giuseppe Porcheddu, Roberto Innocenti, Ferenc Pintér, Fabio Sironi, Antonio Montanaro (Monti), Virgilio Livraghi, Romano Rizzato (Sergio), Manuela Bertoli, Maurizio Quarello, Gianluigi Toccafondo. Arricchiscono la rassegna le marionette del Teatro di Mangiafuoco della Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli.

La mostra, che gode del patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, è realizzata in collaborazione con Luni Editrice, che ne ha stampato il catalogo e per l’occasione pubblica una favolosa traduzione integrale e letterale de Le Avventure di Pinocchio in dialetto milanese a cura di Alfredo Ferri e approvata dal Circolo Filologico Milanese, Fondazione Nazionale Collodi, logo FONDAZIONE NAZIONALE COLLODIMobilitaly, Associazione Culturale Biblioteca Famiglia Meneghina-Società del Giardino, Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli.