I giocattoli di nonno Kareem e i giochi con Melina e Pallino

Un tempo non tanto lontano, quando non potevano permettersi l’acquisto di giocattoli, nonni e genitori li creavano trasformando oggetti, accessori e materiali casalinghi. Una favolosa avventura nel meraviglioso mondo della fantasia che oggi si avvera ancora…

… anche dove la realtà è tragica, come nel campo profughi dove, dopo la fuga dalla propria casa, da tanti mesi – ormai qualche anno – abita nonno Kareem, nonno KAREEM carpenter campo profughi Siria cutfalegname siriano che con materiali di recupero costruisce mobili per arredare le baracche e giocattoli per i bambini.

Utilizzando invece stoffe e tessuti, i ritagli di scampoli, gli abiti consunti e gli stracci e strofinacci da cucina, le mamme e le nonne una volta erano abili creatrici di “bambole di pezza” come quelle che oggi prendono vita nelle tante Pigotta UNICEF e in una straordinaria collezione di tovagliette all’americanaMELINA tovaglietta aperta: “Quando ho osservato la figlia di un’amica preferire un tovagliolo da me piegato al suo ultimo modello di Barbie, ho capito che in quel semplice gesto i più piccoli intravvedono una magia – racconta Valia Barriello, la sua creatrice – Meilna - PALLINO qAllora ho studiato come impiegarne forma e pieghe per renderlo un prodotto con due funzioni, e siccome mi ha ispirato il gioco che ho imparato da mia mamma e mia nonna, che si chiamava Melina, ho voluto imprimere nella memoria questa tradizione dando il suo nome alla collezione”. MELINA trisDal primo prototipo, Valia Barriello ha sviluppato il progetto design in una serie di tovagliette all’americana che, sfruttando dimensioni e piegature del canovaccio e con le differenti colorazioni e decorazioni, è declinata in sei varianti del modello, ovvero sei personaggi, tre femminili – Melina – e tre maschili – Pallino – , con cui combinare set e cast formati da coppie e famiglie. Nella rassegna A San Valentino innamorati di Genova… e i suoi musei!, domenica 14 febbraio 2016 dalle h 16 Melina e Pallino saranno protagonisti di giochi e rappresentazioni ludiche al Museo d’Arte Contemporanea di Genova (Villa Croce, via Jacopo Ruffini 3 – informazioni e prenotazioni : Associazione Culturale Après la nuit – info@apreslanuit.org).

i COLORI del CARNEVALE 2016

GIOTTO carnevaleIl nero, in cui si fondono e “concentrano” tutti i colori, è stato scelto dal marchio Giotto di FILA (Fabbrica Italiana Lapis e Affini ) per rappresentare la propria veste di “colore ufficiale” del 7° Carnevale Internazionale dei Ragazzi, programma con cui la Biennale partecipa al calendario di eventi e iniziative della “capitale” del carnevale italiano, VENEZIA. logo PINOCCHIO & Arlecchino e Pulinella - 3DNella città di Arlecchino, il più celebre e rappresentativo personaggio interprete e il cui caratteristico abito multicolore è simbolo della festa, grandi e piccini (i bambini con i loro accompagnatori e insieme ai giovani, studenti universitari che popolano il capoluogo veneto sede della prestigiosa Accademia d’Arte e Architettura) potranno partecipare alle attività organizzate dal 30 gennaio al 7 febbraio 2016 all’interno del Padiglione Centrale dei Giardini allestito con esposizioni, installazioni e postazioni con cui fare un GIRO – GIROTONDO INTORNO AL MONDO GIRO TONDO carnevale VEe dove un ciclo di laboratori per le scuole e aperti al pubblico propone l’esplorazione tramite la scoperta di suoni e canti presentati da 5 conservatori (B. Marcello di Venezia, A. Buzzolla di Adria, G. B. Martini di Bologna, A. Steffani di Castelfranco Veneto e G. Tartini di Trieste), 15 scuole di Italia e Austria, 6 nazioni (Austria, Bolivia, Germania, Polonia, Romania e Stati Uniti). All’iniziativa partecipano anche UNICEF e il Programma Alimentare Mondiale  (WFP).

Carnevale IVREA 2016

Nella piemontese IVREA invece predomina l’arancione, colore delle arance che vengono usate per la tradizionale battaglia commemorativa di una storica rivolta popolare… http://www.storicocarnevaleivrea.it – #CarnevaleIvrea – @Carnevale_Ivrea – facebook.com/storicocarnevaleivrea

 

 

GENNAIO 2016 : una buona notizia ! ! !

L’ 85% degli italiani crede che in Europa le foreste stiano scomparendo (fonte : indagine Lorien Consulting per Two Sides)… invece è vero proprio il contrario ! ! !  vision heartIn dieci anni l’estensione delle foreste europee è cresciuta in dimensioni pari alla superficie dell’intera Svizzera (41.285 Km2 – elaborazione Two Sides su dati FAO 2015) e sono più gli alberi piantati di quelli tagliati. La carta, materiale ricavato dal legname che si ricava dagli alberi di boschi e piantagioni e che, con volumi di 2000 chili al secondo, in Europa è anche il materiale più riciclato (ERPC 2015), è il principale “motore economico” a cui si deve il merito della gestione sostenibile delle foreste: grazie all’impegno di tutta la filiera della produzione e della comunicazione su carta. Inoltre, la produzione cartaria è uno dei fiori all’occhiello dell’industria europea: secondo produttore mondiale di carta con 91 milioni di tonnellate prodotte nel 2014 e con un tasso di riciclo del 70% (ERPC 2015), l’Europa è il più grande “riciclatore” di carta del mondo. Inoltre, l’industria cartaria europea supporta la gestione sostenibile delle foreste tramite la diffusione della certificazione forestale, strumento che consente di dimostrare ai consumatori che le foreste sono gestite in modo sostenibile e che i prodotti importati in Europa provengono da foreste gestite in modo responsabile. Queste buone notizie sono annunciate da PRINT POWER con Two Sides e la campagna IL LATO VERDE DELLA CARTA 2016.

Con la carta si fanno, soprattutto, i testi scolastici e i libri che, con le loro storie vere o fantasiose, raccontano e spiegano tante “cose” importanti, in particolare scoperte scientifiche e “atti”, azioni e documenti, che sono tanto importanti per il progresso dell’umanità, anche proprio attraverso la tutela e salvaguardia del pianeta, la “casa comune” di tutti gli uomini… in cui le piante sono un  “arredo” essenziale, di importanza esistenziale per i suoi abitanti. PINOCCHIO a sQuolaUna storia che PINOCCHIO & i suoi compagni d’avventura nel 2009 ha raccontato insieme a tanti “avventurosi” difensori dell’ambiente – le guardie forestali e gli operatori del Parco Fluviale del Po e dell’Orba ed FSC ( Forest Stewardship Council) – e dei diritti dei bambini e degli adolescenti – UNICEF e Fondazione Nazionale Collodi. insieme ai principali attori protagonisti nel mondo della carta in Italia, Assocarta e COMIECO.

GENNAIO 2016 : è memorabile !

Gennaio è un mese che trascorre veloce, perché inizia con le vacanze…, e in esaltante fermento, perché il periodo in cui si fanno propositi e progetti per tutto l’anno appena cominciato. Alcune prime notizie del 2016 sono molto incoraggianti!

Leonardo di Caprio - oscarInsieme al regista con cui ha vinto l’Oscar, è arrivato a Roma Leonardo Di Caprio – attore hollywoodiano ma anche ambasciatore dello sviluppo sostenibile, un “eroico” sostenitore dei GLOBAL GOALS

Intanto negli Stati Uniti il 18 gennaio si festeggiava l’MLKday – un’intera giornata dedicata alla memoria di Martin Luther King con lo svolgimento di attività e iniziative che impegnano insieme “grandi” e “piccini”, bambini, ragazzi e giovani accanto agli adulti e anche persone “qualunque” MLK-Dayaccanto a persone celebri, come attori, cantanti e star dello spettacolo e personaggi di spicco nelle sfere della politica e della società civile. Inoltre, l’intero 2016 e specialmente il mese di gennaio ECO-SOC 1946-2016sono dedicati ai festeggiamenti per il 70esimo anniversario dell’istituzione dell’EcoSoc – il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite.

 

Pigotta® UNICEF made in Monferrato 2015

coll PIGOTTA UNICEF made in Monferrato - 3( seconda ) collezione delle piccole grandi bambole create in team dai tanti partecipanti al laboratorio intergenerazionale di sartoria creATTIVA “Pigotta® UNICEF made in Monferrato” 

Ogni bambola di pezza – in dialetto monferrino buata an strass – è nata grazie alla fantasia di tante persone, e ciascuna ha una propria storia che racconta questa favola meravigliosa. CocòAd esempio Cocò, che narra delle proprie fantastiche avventure nel mondo della moda insieme alle fatine di Associazione DONNA D’ARTE… Ognuna è una creazione ispirata dall’immaginazione, o dalla realtà, e tutte sono protagoniste di una storia… a lieto fine! PIGOTTA slogan bottonUna fiaba in cui si avvera un desiderio: come nello spirito del Natale più vero, succede qualcosa di “speciale”. La Pigotta® UNICEF infatti unisce in una catena di solidarietà chi le ha concepite, chi le ha fatte, chi le dona, chi le riceve in regalo e il bambino che, tramite la “adozione” della bambola, riceve nutrimenti e medicinali necessari alla propria sopravvivenza.

PIGOTTA 2015 @ circuito Mirabilia ret lungoPer il terzo anno, a Natale questa favola si avvera anche grazie a ogni stupenda Pigotta® UNICEF della collezione made in Monferrato creata per iniziativa promossa dal Comitato UNICEF Alessandria insieme a PINOCCHIO & i suoi compagni d’avventura – nel 2009 con le fantastiche Mamme Oche di Palazzolo Vercellese, nel 2014 e nel 2015 con le fatine di Associazione DONNA D’ARTE e i partner di Monferrato HOSPITALITY & HANDMADE nel circuito MIRABILIA2015.

GRAZIE di cuore a tutti, “grandi” e “piccini”, le tante favolose  persone che hanno reso possibile questa meravigliosa avventura!

collezione Pigotta® UNICEF made in Monferrato 2015

prima “sfilata”

coll PIGOTTA UNICEF made in Monferrato - 1Non ancora tutta la serie della bambola di pezza, in dialetto monferrino buata ‘an strass, che nasce al laboratorio intergenerazionale di sartoria solidale e creATTIVA Pigotta® unicef made in Monferrato, organizzato da Associazione DONNA D’ARTE per iniziativa promossa da PINOCCHIO & i suoi compagni d’avventura insieme al Comitato Provinciale UNICEF Alessandria .

atelier PIGOTTA 2015 okAll’attività partecipano bimbi, ragazzi e adulti insieme, ciascuno facendo quel che può, sa e impara a fare per dar vita a una Pigotta® UNICEF. L’atelier è a partecipazione libera e gratuita, nel 2015 aperto fino all’11 dicembre presso la Scuola ARTE E MODA di Casale Monferrato (viale Morozzo San Michele 5).

PIGOTTA 2015 @ circuito Mirabilia ret lungoPoi ogni bambola della collezione potrà venire “adottata” da chi vorrà unirsi alla catena di solidarietà che coinvolge chi la realizza, acquista e riceve in dono: tutti insieme a beneficio dei bambini che, grazie agli interventi delle organizzazioni umanitarie sostenute da UNICEF, ricevono nutrimento e medicinali necessari alla propria sopravvivenza.

MIRABILIA 2015

si ricorda l’importanza della petizione che, con tutte le firme di chi la sottoscrive, il 25 dicembre prossimo sarà presentata al Presidente del Consiglio dei Ministri perché per tanti bambini giunti o che stanno arrivando in Italia il giorno di Natale possa essere il primo di tanti  senza fame, freddo, paura…

pertizione UNICEF Natale 2015

feste & festività inverno 2015-16 . 1

È cominciato dicembre… e sono arrivati il freddo invernale e il tempo delle tante feste e vacanze della stagione ! ! ! dal 5 all’8 dicembre, il “ponte” dell’Immacolata, per i milanesi anche di Sant’Ambrogio, che quest’anno in Monferrato è animato con tanti mercatini e spettacoli – di cui sono segnalati i programmi nel sito dedicato Bimbi del Monferrato – e con molte iniziative e attività ispirate allo spirito delle festività.

post PIGOTTE 2015 con indirizzoPresentato il 27 novembre scorso nell’incontro con UNICEF, l’atelier coinvolge grandi e piccini a trascorrere insieme momenti importanti e le rappresentazioni messe in scena ad Alessandria e in cittadine, paesi e borghi del territorio in cui si racconta la storia del pastore della tradizione locale che impersona una figura presepiale molto emblematica. presepe GRECCIOInfatti, il presepe ideato da San Francesco a Greccio (in provincia di Rieti) nel 1223 è un’antica tradizione popolare in cui si tramanda un messaggio di pace e solidarietà trasversale a molte culture, universale e travalicante le attuali polemiche scatenate da usi impropri e demagogici delle sue valenze religiose. gelindo - LEYDI ed ECOLa divota cumedia che racconta la storia di Gelindo, un testo che risale al XVIII secolo, elaborato in molte versioni e interpretazioni – tra cui quella preferita da PINOCCHIO & i suoi compagni d’avventura, la favola scritta dai bambini di una scuola locale, narra con semplicità e immediatezza di vicende umane gelindo - CHIAVERANOoccorse in ogni epoca e luogo del mondo e che accadono tuttora… descritte dalla prospettiva del simpatico e schietto pastore del Monferrato nella cui figura – come annota uno studioso – si colgono i tratti GELINDO libro Fortefrancesco«delle radici identitarie più profonde che legano il popolo migrante italiano con quella che affettivamente e fisicamente può essere vista come la terra delle origini (Michele F. Fontefrancesco)» e si intravvede anche la somiglianza con Jorge Mario Bergoglio, un argentino di origini monferrine che col nome di papa Francesco ha assunto un ruolo di riferimento mondiale, non solo cattolico (anche inter-religioso) e non solo religioso!

NATLAE 2015 - presepe PILOTTI @ Santa CaterinaA Casale Monferrato il pastore Gelindo “ritorna” arrivando dalle 15 alle 16,30 di martedì 8 dicembre, dove incontrerà i bambini sul sagrato della chiesa di Santa Caterina nei cui spazi da sabato 5 (con inaugurazione alle h 16), è allestita una mostra di presepi locali: le sculture di Pier Luigi Pilotti e la collezione di Tata Spada.

pertizione UNICEF Natale 2015

venerdì 27 novembre 2015 @ CASALE MONFERRATO

post PIGOTTE 2015 con indirizzoAlle h 15,30 cominciano i lavori a cui tutti possono partecipare per veder nascere e creare la seconda collezione Pigotta® UNICEF “made in Monferrato”: come racconta il reportage 2014, l’atelier coinvolge i partecipanti nell’esperienza della collaborazione nella catena di solidarietà che si forma intorno alla bambola di pezza simbolo di solidarietà internazionale ed è un’occasione per incontrarsi e chiacchierare, imparando a tagliare, cucire, ricamare,… e, quest’anno, etichetta MELAMANGIO Caramellinoanche degustando l’ottimo e salutare succo di mele antiche Melamangio in Monferrato prodotto e offerto dall’Azienda Agricola di Claudio Caramellino a Odalengo Piccolo, un cultivar – vivaio di conservazione – per le piante autoctone del territorio.

julio velascoNella serata, incontro con JULIO VELASCO, dal 1989 al 1996 allenatore della maschile di pallavolo italiana che, vincendo molti campionati e la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atlanta, è stata definita la squadra del secolo formata da una generazione di fenomeni. Gli organizzatori  suggeriscono di arrivare un po’ prima dell’inizio – alle 20,30.

pertizione UNICEF Natale 2015

 

 

20 NOVEMBRE in tutto il mondo, e lunedì 23 a Casale Monferrato

Giornata universale dei bambini dal 1954, il 20 novembre è poi diventato la duplice ricorrenza delle date in cui l’ONU nel 1959 ha promulgato  la DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DEL FANCIULLO ( Declaration of the Rights of the Child ) e nel 1989 la CONVENZIONE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA (Convention on the Rigths of the ChildCRC ) .

titolo 23 NOV 2'15 - lungoIl trattato internazionale impegna e obbliga ogni stato che lo ha ratificato – fino ad oggi 195, l’Italia con la Legge n° 176 del 27 maggio 1991 – alla sua applicazione attuativa nel proprio territorio e a riferire del proprio operato in una relazione annuale. Parallelamente, rilevando casi, informazioni e dati, ogni anno l’UNICEF elabora  LA CONDIZIONE DELL’INFANZIA NEL MONDO ( State of the World Children), il rapporto che documenta i progressi conseguiti per l’attuazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti e segnala le problematiche che richiedono attenzione e interventi della comunità internazionale. UNICEF - obiettivi XXI millennioPubblicato ininterrottamente dal 1980, dal 2015 anche in formato digitale on-line  sul sito dell’UNICEF e collegato ad una piattaforma interattiva aperta ai contributi di enti e associazioni, viene presentato simultaneamente in tutti i paesi del mondo il 20 NOVEMBRE, per l’appuntamento del calendario internazionale che coinvolge in una “catena di solidarietà” planetaria i principali protagonisti della giornata – bambini e ragazzi – insieme agli adulti responsabili della loro tutela e della promozione dei loro diritti. Moltissime iniziative che sono organizzate dai volontari sostenitori dell’UNICEF, come l’incontro del 23 novembre a Casale Monferrato sul tema della nutrizione. UNICEF - laboratorio @ Padiglione Italia EXPOMilano2015Obiettivo prioritario delle attività dell’UNICEF, in particolare durante quest’anno trascorso all’insegna di EXPO e in cui in molti modi e tante occasioni ne è stata ribadita la necessità, è assicurare cibo sufficiente e salutare a tutta l’attuale popolazione mondiale e ogni futura generazione. Nell’incontro a Casale Monferrato ANNA RINETTI – presidente del Comitato Provinciale UNICEF Alessandria, illustrerà il report e contenuti di programmi e iniziative dell’UNICEF  e dell’ONU sui temi dell’alimentazione ONU - parco bimbi @ EXPOMilano2015insieme a GIOVANNA CECCHERINI – ambasciatrice della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento a Nicotera, dal 2013 nella lista UNESCO di patrimoni culturali intangibili dell’umanità e, come evidenziato da studi e ricerche, un modello di nutrizione molto salutare e di pratiche e tradizioni tramite le quali si tramandano valori, consuetudini e conoscenze alla base di uno stile-di-vita sostenibile. L’iniziativa è proposta come occasione di scambio reciproco: UNICEF - campagna OTT 2015 - quaderno NUTRIRSI BENE TUTTIun dialogo aperto tra i partecipanti per un confronto utile alla collaborazione nelle rispettive attività. In particolare è rivolto ai giovani, studenti delle scuole superiori di secondo grado e universitari, e gli adulti che svolgono attività di cura e a tutela di salute, incolumità e benessere dei bambini e degli adolescenti: genitori, insegnanti e dirigenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado e di centri sportivi, culturali e sociali; referenti di gruppi, associazioni e istituzioni. Perciò l’incontro avrà luogo alla Scuola ARTE E MODA, dove si svolge la 2ª edizione del LABORATORIO SARTORIALE CREATTIVO INTERGENERAZIONALE PIGOTTA® UNICEF : UNICEF - laboratorio PIGOTTA Made in Monferrato 2014nell’occasione verranno accolte con riconoscenza le disponibilità di collaborazione per realizzare la collezione  Made in Monferrato 2015  e la presidente del Comitato Provinciale UNICEF darà spiegazioni su nascita, storia e finalità della bambola di pezza simbolo di solidarietà.

lunedì 23 NOVEMBRE 2015 • h 14,30 – 16,30

CASALE MONFERRATO, AL

Scuola ARTE E MODA – viale Morozzo San Michele, 5

TUTTI GLI INTERESSATI POSSONO PARTECIPARE

INGRESSO LIBERO (a esaurimento posti – prenotazione suggerita )

tel.  345.0674035 – pinocchioecompagniavventura2@gmail.com

pertizione UNICEF Natale 2015

le bacchette magiche di Giovanni Giorgi

Nella tranquilla domenica dell’8 novembre il salone di un tranquillo albergo di  una tranquilla cittadina, l’Hotel Candiani a Casale Monferrato, si trasforma in aula per un master class che si preannuncia molto poco… “tranquillo” ! ! ! 

Rivolto ad appassionati di percussioni e batteria e proposto dalla scuola Step Out grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, permette a musicisti in erba e dilettanti di incontrare  Giovanni Giorgi, BATTERIA 140x200 - 2.indddocente della scuola CPM – Centro Professione Musica di Milano e batterista che ha suonato al fianco di John Patitucci, Gigi Cifarelli, Biagio Antonacci, Eugenio Finardi, Roberto Vecchioni, Eros Ramazzotti, Mario Biondi, Malika Ayane, Ricky Martin e molte altre celebrità. Una grande occasione di incontro con un artista che ha fatto esperienze molto interessanti ed esaltanti, capace di trasmetterne l’incoraggiante entusiasmo a tutti i propri allievi, rivolgendo a ognuno un’attenzione dedicata: «Obiettivo dell’incontro è creare un’esperienza didattica che mi permetta di concentrarmi sul singolo allievo, indipendentemente dal livello di preparazione e trasmettere a ciascuno le basi tecniche utili per impratichirsi e affinarsi nei linguaggi moderni, elaborando quanto ha precedentemente appreso per proseguire negli studi e, soprattutto, per non temere di esibirsi e affrontare con sicurezza l’esperienza della performance sul palcoscenico».