Tocatì !!! a Verona

Appuntamento con migliaia di appassionati di giochi tradizionali provenienti da tutto il mondo… radunati nella città veneta dall’Associazione Giochi Antichi, che organizza la manifestazione da ormai già 13 anni…

Tocatì VR 2015

Tocatì STEMMANel 2015 il programma si dipana in sei percorsi tematici, contraddistinti da altrettanti colori : ROSSO per gli incontri tra  giocatori e comunità ludiche; BLU per gli eventi dedicati alla narrazione di favole ed al racconto di esperienze, memorie ed emozioni; GIALLO e ARANCIONE per le occasioni di scoperta di “suoni” e “sapori”, le bontà della cucina tradizionale e le melodie di musica popolare di ogni paese del mondo; VERDE per il calendario di danze e sfide spettacolari e per l’itinerario Tocasa, alla scoperta delle tradizioni cittadine veronesi, e quest’anno anche delle antiche arti artigianali, nel circuito ToBottega; Tacatì - giochi antichiGRIGIO per la sezione del Festival dedicata ai progetti collaterali e per le attività e proposte del Forum della Cultura Ludica, a cui partecipano giocatori e musei etnografici che tramandano i patrimoni di giochi e culture tradizionali.

L’edizione 2015 è “gemellata” con la regione spagnola della Catalogna : centoventi appassionati catalani della Colla Castellera Xiquets della popolazione di Alcover costruiranno a Verona i Castells, Tocatì CASTELSle famose torri umane alte anche 10-15 metri di altezza che dal 2010 sono state incluse nella Lista Unesco del Patrimonio Immateriale dell’Umanità, a cui si affiancherà il P’zz’cantò di Irsina (Matera), le tradizionali torri umane rotanti che sfilano in processione al suono di un antico canto. Saranno proposti anche due insoliti giochi con i birilli, i Bitlles pallareses di Pallarse Sobirà (Alti Pirenei) e l’italianissimo gioco della Carrara, presentato dai giocatori di Pellegrino (Sicilia), e tre giochi di palla lanciata con le braccia davvero particolari, la Pilota al carrer, che sarà accanto a To’ vegna di Farra di Mel (Belluno) e a Palla elastica di Vallico Sotto (Lucca), e due giochi riservati alle donne, la Cursa de dolls e Corsa con la cannata provenienti dalla spagnola Cadaqués e da Arpino in Ciociaria. Si svolgerà di sera la suggestiva Cursa de cresols, appassionante sfida tra esperti capaci di correre a gambe larghe portando un lume a olio acceso legato alla cintura, usualmente ripetuta in occasione della processione del 24 agosto a Prat de Comte (Tarragona). Musiche e danze catalane animeranno il palcoscenico di piazza dei Signori, per l’occasione trasformata in Piazza Catalunya, con uno scenario che richiamerà le sculture del Parc Güell di Barcellona disegnate da Antoni Gaudì, e nella ex chiesa di San Giorgetto e San Pietro Martire si apre  al pubblico la mostra Gioco fra tradizione e modernità, che sarà dedicata a Joan Amades i Gelats (1890-1959), grande studioso del folclore catalano, autore di un’opera grazie alla quale si è conservata buona parte del patrimonio culturale del Paese.

Venerdì 18 settembre da piazza Erbe a piazza Sant’Anastasia si svolge la consueta parata inaugurale e alle 16.30 si terrà il seminario: Kids Universtity Tocatì VR 2015Saperi in gioco | Esperienze in gioco alla nuova KIDS UNIVERSITY dell’Università di Verona, che inaugura – proprio insieme all’edizione 2015 di Tocatì – in Aula T1 del Polo Zanotto – viale dell’Università 4.

Aperta al pubblico dall’8 settembre, fino al 10 ottobre alla Biblioteca Civica (via Cappello 43) la mostra Giro del mondo in 70 mappe – Tre secoli di tesori cartografici nella letteratura per ragazzi presenta 40 pannelli con 70 illustrazioni tratte da 56 libri, i tesori cartografici tratti dalla vastissima collezione di libri per ragazzi della IJB Internationale Jugendbibliothek (IJB) di Monaco di Baviera (Germania). Tocatì GIRO DEL MONDO IN 70 MAPPEL’esposizione si articola in tre sezioni – mondi reali, mondi fantastici e mondi di transizione (mappe che aggiungono dettagli immaginari alla realtà) e propone un intrigante viaggio attraverso tre secoli di storia della letteratura, con cartografie come quelle tratte dai diari di viaggio redatti da Joachim Heinrich Campe, da Robinson Crusoe di Daniel Defoe, da L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson (con una mappa disegnata dall’autore), e mappe di A. A. Milne in Winnie the Pooh o di J.R.R. Tolkien nel Il Signore degli Anelli. Dalla più recente produzione editoriale per ragazzi provengono numerosi esempi di cartografia inconsueta, come le mappe di Peter Sis e François Place, offrendo anche l’occasione per ammirare mappe originali e divertenti tratte da libri poco conosciuti al di fuori dei loro paesi di origine (Giappone, Polonia, Repubblica Ceca, Norvegia, Spagna e Portogallo, ecc). In contemporanea, come sua prosecuzione ideale, accanto al “Giro del mondo in 70 mappe” è esposta la mostra Da Verona al mondo: antica cartografia, sette secoli di iconografia del territorio conservata nella Biblioteca Civica.

Tocatì  ( tocca a te )

Associazione Giochi Antichi

via Castello San Felice 9 – 37128 Verona

tel. 045 8309162

www.associazionegiochiantichi.it

info@associazionegiochiantichi.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...