una TATA meravigliosa

MARY POPPINSChi dice che MARY POPPINS è un personaggio immaginario, sbaglia!!! La storia delle sue avventure raccontata nel film Diseny del 1964 si ispira al ciclo di romanzi di Pamela Lyndon Travers, che in realtà si chiamava Helen Lyndon Goff, “Guinty”, nata in Australia nel 1899, vissuta in Inghilterra e morta a Londra nel 1996. Un pizzico della sua magia è in tutte le tante tate di ogni epoca e paese del mondo.

Vivian Maier - New York, 10 September 1955 © Vivian Maier Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

Vivian Maier – New York, 10 September 1955 © Vivian Maier Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

Come una tata fantastica, americana di origini francesi – nata a New York nel 1926 e mancata a Chicago nel 2009, che si chiamava VIVIAN MAIER. Descritta “donna eccentrica e riservata, dura e curiosa come pochi altri, custode di un mistero non ancora svelato”, ha lasciato un tesoro: uno sterminato archivio fotografico (più di 150.000 negativi), film in super 8 o 16 millimetri, registrazioni, appunti e documenti di vario genere. Materiali che conservava con sé nelle stanze in cui abitava e, per un mancato pagamento dell’affitto, nel 2007 le vennero confiscati, custoditi nel deposito di una casa d’aste dove li ha scoperti il giornalista John Maloof.

New York, 10 September 1955 © Vivian Maier Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

New York, 10 September 1955 © Vivian Maier Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York

Una mostra, allestita al MAN di Nuoro a cura di Anne Morin in collaborazione con diChroma Photography, presenta 120 fotografie scattate tra i primi anni Cinquanta e la fine dei Sessanta, tra le più importanti dell’archivio, e una selezione di immagini a colori realizzate a partire dalla metà degli anni Sessanta, inoltre dieci filmati in super 8 .

Fotografie e filmati in cui si rivela anche un cambiamento di visione, dettato dal passaggio dalla Rolleiflex alla Leica, che obbligò Vivian Maier a spostare l’obiettivo della macchina dall’altezza del ventre a quella dell’occhio, offrendole nuove prospettive.

dal 10 luglio al 18 ottobre 2015

MAN Museum – via S. Satta 27- 08100 Nuoro
tel. +39 0784 25 21 10+39 0784 25 21 10
http://www.museoman.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...